Skip to content

Mostre gratis a Milano fuori, dentro, in mezzo alla città. E: Se non lo visiti lo portiamo via

20 gennaio 2010

A Milano ogni luogo può diventare un luogo d’arte, soprattutto gratuito, che talvolta si trova proprio sotto il nostro naso anche se spesso non ci rendiamo conto di esserci.

Insomma: Milano è una miniera di arte e cultura, e non approfittarne, a volte, è veramente pazzesco. Soprattutto se si pensa che location chicchisissime come gli hotel a cinque stelle della città si arricchiscono di opere d’arte contemporanea per rendersi ancora più attraenti.

Mi spiego meglio.

Se scendete con la metro in Piazza del Duomo, sul lato dell’Arengario, a destra della Cattedrale troverete un maxi cartellone da oltre 200mq con l’immagine dell’Ultima Cena di Leonardo mentre viene smontata e portata via da alcuni operai in una strada di New York .

E’ la nuova campagna del Ministero per i Beni Culturali che recita:

“Se non lo visiti lo portiamo via”,

a ragione. Abbiamo i capolavori invidiati da tutto il mondo, e neanche li andiamo a trovare.

Quindi, che fare, se non continuare a segnalare le mostre gratuite in città?

In primis, inaugura domani al Boscolo Hotels di Corso Matteotti 4-6 la mostra di lusso e arti visive La Street art nell’urban hotel, con opere di FlyCat, Airone, KayOne, Mambo, Sea Creative, El Gato Chimney, Ericsone, Tak, Mr. Wany, Raptuz.

Alla faccia dei critici più presitorici che la considerano anche una Non arte, la street art sarà al centro di una serata elegantissima in uno dei più esclusivi hotel milanesi (la vernice blindatissima è domani, alle 18.30) al punto che ben due dei suoi maestri si esibiranno in un happening live.

Avete tempo fino al 19 febbraio 2010, mentre per informazioni rivolgetevi al sito dell’hotel.

Il richiamo all’arte in pieno centro, l’arte della strada che sconfina nel lusso e l‘arte di mezzo?

La troverete alla Galleria Massimo De Carlo (una delle più importanti d’Italia) in zona Loreto, via Giovanni Ventura 5 .

Dal 27 gennaio al 28 marzo, l’artista Rudolf Stingel ha allestito una mostra sul Sol LeWitt, tra i più importanti esponenti del minimalismo internazionale.

Non mancate i cinque wall drawings bianco e nero intitolati Wall Drawing.

(Grazie a Luca per quest’ultima segnalazione)

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: